I bambini e i ragazzi italiani, nonostante vivano in un paese in cui l’alimentazione e la cultura gastronomica certamente non mancano, stanno prendendo le stesse cattive abitudini dei loro coetanei di oltre oceano.

I bambini italiani mangiano male, non fanno sport e hanno uno stile di vita che li può condurre all’obesità.

È quanto emerge dalla ricerca conoscitiva da Ipsos per Save the Children e Kraft Foods Italia sugli stili di vita dei bambini e dei ragazzi di età compresa tra i 6 e i 17 anni in Italia. Il dato più allarmante è che solo il 25% dei bambini fa i cinque pasti al giorno consigliati da tutti gli esperti nutrizionisti e la percentuale  di coloro che hanno un corretto apporto di frutta e verdura è davvero molto bassa.

Il 19% dei ragazzi non fa colazione, saltando così uno dei pasti più importanti della giornata, e anche a merenda di metà pomeriggio è un fatto usuale solo nel 25% del campione.

Ma non è solo la quantità dei pasti e i cibi più o meno sani che in essi sono previsti a destare la maggiore preoccupazione. Gli esperti hanno evidenziato le tante abitudini sbagliate dei ragazzi italiani, come quella, ad esempio, di mangiare davanti alla televisione, il che accade nel 39% dei casi.