Azyter è un collirio antibiotico a base di azitromicina diidrato. Il medicinale è disponibile in contenitori monodose da 250 mg di soluzione e viene solitamente indicato quale farmaco d’ elezione nel trattamento antibatterico topico di congiuntiviti sostenute da microrganismi sensibili, come la congiuntivite batterica purulenta e la congiuntivite tracomatosa causata da Chlamydia trachomatis.

Il trattamento con Azyter prevede l’ instillazione di una goccia di collirio nel fornice congiuntivale due volte al giorno, la mattina e la sera, per tre giorni consecutivi. Al fine di ottimizzare l’ efficacia terapeutica del farmaco, si consiglia inoltre di detergere accuratamente le mani prima e dopo l’ utilizzo di Azyter e di evitare il contratto tra l’ occhio con l’ estremità del contenitore. Pur trattandosi di un semplice collirio, ricordiamo infine l’ importanza di non prolungare il trattamento oltre i tre giorni consecutivi, salvo diversa indicazione del medico. Come per tutti i medicinali, anche il ricorso ad Azyter può infatti dar luogo a fastidiosi effetti collaterali. Tra questi segnaliamo:

  • ipersensibilità;
  • disagio oculare (prurito, bruciore o dolore) dopo l’ instillazione;
  • visione offuscata;
  • sensazione di occhio appiccicoso;
  • sensazione di corpo estraneo dopo l’ instillazione.

Più raramente possono inoltre verificarsi aumentata lacrimazione dopo l’ instillazione; congiuntivite allergica; cheratite; eczema delle palpebre; edema delle palpebre; allergia dell’ occhio; iperemia congiuntivale ed eritema delle palpebre.