Azomyr è un farmaco antistaminico, a base di desloratadina, efficace nell’ alleviare i sintomi della rinite allergica (tra cui starnuti, naso che cola, prurito nasale, prurito al palato, prurito e lacrimazione degli occhi) o dell’ orticaria (prurito, eruzione cutanea e pomfi). Il medicinale è soggetto a prescrizione medica obbligatoria ed indicato negli adulti e negli adolescenti a partire dai 12 anni di età.

La dose raccomandata è di 5 mg/die (ossia una compressa al giorno), da assumere vicino o lontano dai pasti, mentre per quanto riguarda la durata del trattamento, questa può variare in base al tipo di disturbo (rinite allergica intermittente, persistente o orticaria). Alla luce del quadro generale, sarà il proprio medico curante a fornire indicazioni in merito.

Nonostante si tratti di un medicinale antiallergico che non induce sonnolenza, come tutti i farmaci, anche Azomyr può causare effetti indesiderati (sebbene non tutte le persone li manifestino). Tra gli effetti collaterali più comuni si segnalano certamente affaticamento, secchezza della bocca e cefalea. In rari casi sono stati inoltre segnalati mal di stomaco, nausea, vomito, dispepsia, diarrea (specialmente nei bambini), capogiri, sonnolenza, insonnia, dolore muscolare, tachicardia, palpitazioni, incremento della frequenza cardiaca, iperattività, convulsioni, allucinazioni, aumento degli enzimi epatici, aumento della bilirubina, epatite, mialgia e reazioni di ipersensibilità (come anafilassi, angioedema, dispnea, prurito,rash e orticaria).

Azomyr risulta infine controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo (desloratadina), ad uno qualsiasi degli eccipienti, o alla loratadina.