Aziprome è un farmaco antibiotico a base di azitromicina diidrato, indicato nel trattamento di infezioni causate da germi sensibili al principio attivo, come ad esempio:

  • infezioni delle alte vie respiratorie (incluse otiti medie, sinusiti, tonsilliti e faringiti);
  • infezioni delle basse vie respiratorie (incluse bronchiti e polmoniti);
  • infezioni odontostomatologiche;
  • infezioni della cute e dei tessuti molli;
  • uretriti non gonococciche (da Chlamydia trachomatis);
  • ulcera molle (da Haemophilus ducreyi)

Il farmaco è disponibile (dietro prescrizione medica) in capsule rivestite, da ingerire intere, preferibilmente a stomaco pieno, così da attenuare eventuali effetti indesiderati di tipo gastrointestinale.

Per il trattamento delle infezioni delle alte e basse vie respiratorie, della cute e dei tessuti molli e delle infezioni odontostomatologiche, per adulti e bambini di peso uguale o superiore ai 45 kg, il dosaggio raccomandato è 500 mg al giorno in un’ unica somministrazione, per tre giorni consecutivi. Per il trattamento delle malattie sessualmente trasmesse, causate da ceppi sensibili di Chlamydia trachomatis o di Haemophilus ducreyi, la dose consigliata sale invece a 1000 mg, assunti una sola volta, in un’ unica somministrazione orale.

Aziprome risulta controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo, ad uno qualsiasi degli eccipienti e agli antibiotici detti macrolidi o ketolidi; grave insufficienza epatica; gravidanza, allattamento e primissima infanzia.

Per quanto riguarda infine gli effetti collaterali, tra i più frequenti si segnalano: capogiri, leggera vertigine, mal di testa, alterazione e/o perdita del gusto e dell’ odorato, sonnolenza o, al contrario, iperattività, irritabilità, agitazione e ansia. Più raramente potrebbero verificarsi comportamento aggressivo e  convulsioni.