Azilect è un farmaco a base di rasagilina, indicato nel trattamento della malattia di Parkinson, sia in monoterapia, sia come terapia in associazione (con levodopa) nei pazienti con fluttuazioni di fine dose. Il principio attivo contenuto nel farmaco, la rasagilina, appartiene infatti alla classe degli inibitori irreversibili delle monoaminossidasi-B (MAO-B), i quali sono in grado di aumenta i livelli di dopamina nel cervello, inibendo gli enzimi responsabili della sua degradazione (le MAO-B). Essendo la malattia di Parkinson una patologia neurodegenerativa caratterizzata dalla progressiva perdita della dopamina striatale, l’inizio precoce del trattamento con rasagilina risulta efficace nel rallentare il naturale aggravamento dei sintomi, tra cui tremore a riposo, rigidità muscolare, bradicinesia, instabilità posturale, ecc.

La somministrazione rasagilina costituisce tuttavia un trattamento innovativo per la malattia di Parkinson; motivo per cui Azilect risulta un farmaco per la cui prescrizione è d’obbligo essere in possesso di “diagnosi e piano terapeutico” (posologia e durata del trattamento, rinnovabile ogni 12 mesi) rilasciati da Centri Universitari od Ospedalieri specializzati, individuati dalle Regioni. In linea generale, il farmaco deve comunque essere somministrato per via orale, una volta al giorno (sia a digiuno che a stomaco pieno), nella dose di 1 mg, in associazione o meno a levodopa.

La sua facilità d’uso e la buona tollerabilità ne fanno un farmaco innovativo per il trattamento dei malati di Parkinson, sebbene, come tutti i medicinali, anche Azilect può dar vita ad effetti collaterali di varia entità. In monoterapia, tra gli effetti indesiderati più comuni ricordiamo: emicrania, malessere generale, febbre, dolore muscolo-scheletrico, dolore cervicale, artrite, congiuntivite, rinite, urgenza urinaria, flatulenza, dermatite, leucopenia, diminuzione dell’appetito, depressione e carcinoma cutaneo. Per quanto riguarda invece la terapia di associazione si segnalano: discinesia, nausea, vomito, secchezza delle fauci, diminuzione dell’appetito, diminuzione del peso corporeo, dolore addominale, costipazione, rash cutaneo, dolore cervicale, sindrome del tunnel carpale, disturbi dell’equilibrio, distonia, artralgia e ipotensione ortostatica.