Avonex è un farmaco a base di interferone beta-1a, utile nel trattamento della sclerosi multipla. Sebbene non possa essere considerato una cura, se somministrato con regolarità aiuta a rallentare la progressione della malattia, riducendo il numero di ricadute (recidive) ed evitando repentini peggioramenti.

La dose raccomandata per adulti ed adolescenti di età uguale o superiore a 12 anni è la medesima: 30 microgrammi (1 ml di soluzione), somministrati tramite iniezione intramuscolare, una volta alla settimana, sempre nello stesso giorno e alla stessa ora. Se è la prima volta che si assume Avonex, il medico potrebbe tuttavia consigliare di aumentare gradualmente la dose, per abituarsi agli effetti del farmaco prima di passare al dosaggio intero. Dopo il periodo iniziale di titolazione (generalmente 4 settimane) dovrà quindi essere mantenuta una dose di 30 microgrammi a settimana, cambiando di volta in volta il sito dell’ iniezione.

Come tutti i medicinali, anche Avonex può causare effetti collaterali anche gravi, sebbene non tutti i pazienti li manifestino. Tra i più diffusi si segnalano sicuramente sintomi simil-influenzali in concomitanza con la somministrazione del farmaco (specialmente nei primi mesi di trattamento). Potrebbero quindi manifestarsi sintomi come mal di testa, dolori muscolari, brividi e febbre, per contrastare i quali è tuttavia possibile assumere  un farmaco analgesico antipiretico prima dell’ iniezione e per le 24 ore successive. Abbastanza comuni sono poi episodi di nausea, vomito e diarrea, come anche la comparsa di rash cutaneo, ecchimosi, sudorazione notturna ed aumento della sudorazione in generale, perdita dell’ appetito, sensazione di debolezza e stanchezza, difficoltà a dormire, intorpidimento o formicolio della pelle e dolori muscolari o articolari. Più raramente si possono inoltre riscontrare: difficoltà a respirare, tromb, problemi ai reni, ansia, agitazione e depressione.