Aveggio è un farmaco antibiotico a base di amoxicillina/acido clavulanico indicato per adulti e bambini nel trattamento di infezioni batteriche sostenute da germi sensibili. Nello specifico, il medicinale risulta efficace nella cura di patologie quali:

  • Sinusite batterica acuta
  • Otite media acuta
  • Esacerbazioni acute di bronchiti croniche
  • Polmonite acquisita in comunità
  • Pielonefrite
  • Infezioni delle vie uro-genitali
  • Infezioni ginecologiche
  • Infezioni della pelle e dei tessuti molli, in particolare cellulite, morsi di animale, ascesso dentale grave con celluliti diffuse
  • Infezioni ossee ed articolari, in particolare osteomielite
  • Infezioni enteriche e delle vie biliari

La dose consigliata di Aveggio varia in funzione dell’ età, del peso e della funzionalità renale del paziente, nonché in base al tipo, alla gravità e al sito dell’ infezione, mentre la durata della terapia viene generalmente definita in base alla risposta del paziente. In mancanza di specifiche indicazioni da parte del proprio medico curante, si raccomanda tuttavia di non superare i 14 giorni di trattamento.

In generale, per adulti e bambini di peso uguale o maggiore a 40 kg, la dose standard di Aveggio è di 875 mg/125 mg due volte al giorno (dosaggio complessivo giornaliero di 1750 mg amoxicillina/250 mg acido clavulanico). Per infezioni che richiedono un dosaggio maggiore, come nel caso di otite media, sinusite, infezioni del tratto respiratorio inferiore ed infezioni del tratto urinario, si passa invece a 875 mg/125 mg tre volte al giorno (dosaggio complessivo giornaliero di 2625 mg amoxicillina/375 mg acido clavulanico).

In caso di bambini di peso inferiore ai 40 kg si raccomanda l’ utilizzo di compresse, sospensione o bustine pediatriche, per un dosaggio compreso tra 25 mg/3,6 mg/kg/al giorno e 45 mg/6,4 mg/kg/al giorno, assunto in 2 dosi suddivise (dose giornaliera massima pari a 1000-2800 mg amoxicillina/143-400 mg acido clavulanico).

Per migliorare l’assorbimento e la tollerabilità gastrointestinale di Aveggio, se ne consiglia infine la somministrazione subito prima del pasto.