La Fondazione Umberto Veronesi ha lanciato la campagna Tocchiamoci, per invitare gli uomini a praticare autopalpazione ai testicoli per fare prevenzione sui tumori che possono colpire quella zona del corpo maschile. L’autopalpazione ai testicoli consente infatti di poter arrivare a fare una diagnosi precoce, con tutti i vantaggi che questo potrebbe comportare nel caso in cui fosse sfortunatamente presente una massa tumorale.

La diagnosi precoce dei tumori ai testicoli aiuterebbe a curare meglio una patologia oncologica che oggi è sempre più frequente, soprattutto negli uomini che hanno un’età compresa tra i quindici e i quarant’anni mentre in coloro che hanno meno di cinquant’anni fa registrare un tasso di incidenza dell’11 per cento. In totale, questa malattia riguarda l’1,5 per cento di tutti gli episodi di malattie oncologiche che colpiscono la popolazione maschile.

L’aumento dei casi di tumori ai testicoli è senz’altro dovuto anche alla scarsa attenzione che si presta al fenomeno ma anche al fatto che i ragazzi non si sottopongono più alla visita di leva, che permetteva di effettuare controlli medici accurati. L’autopalpazione, in tal senso, può essere davvero molto utile anche perché le cure che oggi si hanno a disposizione, consentono di far guarire in almeno il 96 per cento dei casi diagnosticati precocemente.

Informare sulle possibilità salvifiche dell’autopalpazione dei testicoli e sulla diagnosi precoce diventa dunque fondamentale per potersi curare per guarire prima e meglio.

Il video della campagna Tocchiamoci promossa dalla Fondazione Umberto Veronesi: