Auradol è un farmaco utilizzato per trattare gli attacchi di emicrania negli adulti (dai 18 ai 65 anni di età). Auradol compresse contiene frovatriptan, principio attivo appartenente alla classe dei triptani (agonisti selettivi dei recettori della 5-idrossitriptamina), indicato nel trattamento della fase cefalalgica di un attacco o crisi di emicrania, con o senza aura (ovvero la sensazione che si prova prima di un’emicrania, che può comprendere alterazioni della vista, dell’odorato o dell’udito).

Auradol deve essere assunto solo dopo una precisa diagnosi di emicrania. Negli adulti, la dose raccomandata di frovatriptan è di 2,5 mg. Se dopo un iniziale sollievo la cefalea ricompare, può tuttavia essere assunta una seconda dose, rispettando un intervallo di almeno 2 ore dalla precedente somministrazione e senza mai superare la dose massima giornaliera di 5 mg.

Il farmaco risulta controindicato in caso di ipersensibilità verso frovatriptan, o ad uno qualsiasi degli eccipienti; pazienti con anamnesi di infarto miocardico, cardiopatia ischemica, vasospasmo coronarico, malattie vascolari periferiche, o segni di cardiopatia ischemica; ipertensione arteriosa grave; pregresso accidente cerebrovascolare o attacco ischemico transitorio; grave insufficienza epatica; contemporanea somministrazione di altri agonisti dei recettori 5-HT1; forti fumatori o pazienti che seguono un trattamento sostitutivo della nicotina; gravidanza e allattamento.

Per quanto riguarda invece gli effetti collaterali, essi sono generalmente transitori, di portata lieve o moderata e tendono a risolversi spontaneamente. I sintomi indesiderati più comuni includono capogiri, affaticamento, parestesia, vampate di calore, secchezza della bocca, problemi di digestione, mal di stomaco e dolore toracico o sensazione di costrizione toracica che può estendersi alla gola. Più raramente possono verificarsi letargia, sonnolenza, contrazioni muscolari involontarie, difficoltà di deglutizione, battito cardiaco accelerato, ansia, insonnia, nervosismo, depressione, dolore muscolo-articolare, ronzio alle orecchie e frequente bisogno di urinare. Si segnala infine che l’uso frequente di Auradol (ripetute somministrazioni, per diversi giorni consecutivi), può provocare l’aumento degli effetti collaterali.