Che lo sport facesse bene alla salute lo si sapeva già, ma che addirittura avere muscoli forti e robusti durante l’adolescenza facesse crescere la spettanza di vita, è una bella novità. Lo rivela una ricerca condotta dal Finn Rasmussen del Karolinska Institutet di Stoccolma, e pubblicato sul British Medical Journal.

Si è preso in esame un campione di un milione di ragazzi (in età compresa tra i 16 e i 19 anni) seguito per 24 anni, periodo nel quale si son registrati  26.145 decessi (2,3% dell’intero campione). All’inizio dello studio i ricercatori hanno misurato la forza muscolare dei giovani con tre test standard e hanno rilevato che maggiore essa risultava, minore era il rischio individuale di morte prematura. Una notevole forza muscolare è stata associata a un rischio di morte per ogni causa ridotto del 20-35%.

Il tasso di mortalità riscontrato è partito da un massimo di 122,3 decessi per 100.000 persone l’anno per gli adolescenti con la muscolatura più debole, a un minimo di 86,9 decessi per 100.000 persone tra i coetanei con muscoli più forti. Sorprendentemente il suicidio è stato riscontrato, con una percentuale del 22,3%, come prima causa di queste morti, segno che la forza fisica rende con molte probabilità meno vulnerabile anche la salute mentale, a  seguire il cancro (14,9%) e le malattie cardiovascolari (7,8%).

photo credit: bass_nroll via photopin cc