Sembra che l’Europa batta l’America in quanto a longevità. Lo rivela un grafico interattivo, ideato per il Telegraph e utilizzando numeri forniti da due pubblicazioni storiche (World Factbook, pubblicato dalla CIA nel 2013, e l’Enciclopedia Britannica), dal giornalista Marcelo Duhalde specializzato in data journalism e originario dell’Oman (clicca qui per conoscere i Paesi più longevi).

Dai dati risulterebbe che un bambino nato nel Principato di Monaco ha l’aspettativa di vita più alta del mondo (ben 90 anni). Un suo coetaneo, invece, nato in Giappone, a Singapore e a Macau potrà vivere fino a 84 anni e un bambino di San Marino sarà in grado di raggiungere gli 83. In Italia potrebbe vivere fino a 82 anni, esattamente come un francese, un australiano, uno svizzero e un piccolo di Hong Kong. Spagna, Germania e Inghilterra ci seguono a ruota, rispettivamente con un’aspettativa di vita di (clicca qui per scoprire 5 segreti per invecchiare bene) 81 e 80 anni. I meno longevi, invece, sembrano essere i piccoli nati in Chad e in Sudafrica, che avrebbero, secondo i calcoli effettuati, una prospettiva di soli 49 anni.

Sono gli USA devono fare i conti con dei dati allarmanti (scopri le 5 cose da non fare per invecchiare nel migliore dei modi): qui la media statistica di aspettativa di vita pari solo a 79 anni, inferiore a Australia (82), Nuova Zelanda (81), Canada (81), e di alcuni Paesi asiatici come Israele (81) e Giordania (80). Il Paese con l’aspettativa più bassa, con soli 62 anni, é Haiti, mentre in Asia il titolo del più Paese più sfortunato spetta all’Afghanistan con 50 anni di vita media.

photo credit: cagiflickr via photopin cc