L’artrite è un’infiammazione a carico dei tessuti molli delle articolazioni del corpo umano dovuta a diverse cause (infezioni, un attacco di gotta, problemi nel sistema immunitario eccetera). Le artriti possono essere suddivise in artriti acute e artriti croniche. Le prime sono perlopiù causate da batteri piogeni che provocano gonfiore e rigidità di movimento; le seconde includono forme degenerative che costituiscono il processo evolutivo dell’artrite acuta e forme specifiche.

L’artrosi è uno stato infiammatorio cronico che colpisce le articolazioni o le loro componenti. La malattia è tipica dell’anziano e le articolazioni più colpite sono quelle della colonna (lombare, cervicale), e quelle dell’anca, del ginocchio, delle mani. Il dolore peggiora con il movimento ed è alleviato dal riposo; in casi gravi, compare anche a riposo.

CHE FARE IN CASO DI ARTRITE

Numerosi esperti di medicina naturale hanno rilevato che l’eliminazione delle Solanacee (ovvero delle patate, dei pomodori, dei peperoni e delle melanzane) dalla dieta quotidiana contribuisce alla riduzione e, in alcuni casi, anche la completa scomparsa, dei dolori articolari. Quindi per chi soffre del disturbo è opportuna almeno una riduzione del consumo di questi alimenti.

Come trattamento di fondo negli strati artrosici, o nelle differenti alterazioni della colonna vertebrale, è consigliabile impostare dei cicli di trattamento di 2 mesi, seguiti poi da altri 2 mesi senza terapia in cui si alternarono una fiala al giorno dei seguenti oligoelementi: potassio, manganese-cobalto, magnesio, rame-oro-argento, zolfo.

RIMEDI FITOTERAPICI

L’artiglio del diavolo ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche. E’ indicato in caso di fibromiositi, tendiniti e periartriti in cui non siano ancora presenti compromissioni articolari. La dose per l’artrosi è di 200 mg di estratto secco in capsule 2-3 volte al giorno. Se c’è infiammazione la dose suggerita è di 100 mg di estratto secco in capsule 2-3 volte al giorno. In entrambi i casi proseguite il trattamento per 2 mesi, quindi interrompete per almeno 1 mese e, se necessario, ripetete un altro ciclo.

Dalle foglie di aloe vera è possibile ottenere 2 tipi di estratti, il succo condensato e il gel. Il primo ha proprietà disintossicanti, lassative, antidolorifiche e antinfiammatorie, ed è indicato in caso di dolori osteo-articolari, stitichezza e acidi urici. La dose è di un cucchiaio di succo lontano dai pasti, anche per lunghi periodi. Il gel, invece, ha proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti, immunostimolanti e lievemente analgesiche. Se ne preferisce l’uso esterno, utile anche per trattare piccole ferite, scottature, abrasioni, eritemi solari, dolori articolari. In presenza di dolori articolari, applicate un sottile strato nelle zone interessate e fate assorbire con un lieve massaggio.

Il ribes nero ha proprietà diuretiche, depurative, vaso protettrici, antinfiammatorie, toniche generali, ipoglicemizzanti (riduce i livelli di zuccheri nel sangue). È utile in caso di gotta, reumatismi e artrosi: assumete 30 gocce di tintura madre (oppure 50 gocce di macerato glicemico), in un po’ di acqua, 3 volte al giorno, per 2 mesi.

[Attenzione: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]