In caso di artrite e artrosi sono molte le cure naturali che possono essere integrate a quelle tradizionali. Oltre ai rimedi fitoterapici – che abbiamo già visto ieri – sono molto utili anche alcuni integratori. Vediamo quali sono…

COENZIMA Q10

Il fabbisogno giornaliero è di 5 mg, mentre, per chi supera i 35-40 anni, si suggerisce l’integrazione di 20 mg al giorno. Il coenzima Q10 è un antiossidante: agisce contro i perossidi che attaccano il collagene e l’elastina, elementi costitutivi della matrice cartilaginea delle articolazioni. Inoltre, il coenzima Q10 contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

VITAMINA B1

Il fabbisogno giornaliero è di almeno 0,8 mg al giorno (0,4 mg ogni 1000 kcal da assumere attraverso la dieta quotidiana). Partecipa al processo di conversione del glucosio in energia. È necessaria per la crescita dei bambini e per il miglioramento del tono muscolare.

VITAMINA E

Per una persona adulta, il fabbisogno giornaliero è di circa 8-12 mg. E’ antiossidante e protegge i globuli rossi, i muscoli e le articolazioni.

VITAMINA C

Per la persona adulta, il fabbisogno giornaliero è di 60 mg circa. Favorisce la crescita e il mantenimento delle ossa e delle gengive, attenua i dolori articolari.

MANGANESE

Per una persona adulta, il fabbisogno giornaliero è di 350 mg. Mantiene stabili i livelli di glicemia nel sangue. Si usa in caso di asma, allergie e dolori articolari.

SELENIO

Il fabbisogno giornaliero per l’adulto è di 55 µg. Durante l’allattamento è di 70 µg al giorno. E’ essenziale per il buon funzionamento della tiroide. Protegge il sistema cardiocircolatorio e le articolazioni.

[Attenzione: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]