E’ allerta meteo in tutto il centro-nord a causa di una perturbazione proveniente dalla Gran Bretagna che, alimentata da aria fredda, porterà temperature polari e nevicate anche in pianura. Dpoo le abbondanti precipitazioni che hanno interessato nel fine settimana il nord ovest, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo bollettino valido dalla mattinata di martedì 31 gennaio e per le successive 24-36 ore: sono previste nevicate fino a quote basse ancora su Piemonte, Lombardia e Liguria, ma dal pomeriggio i fenomeni si estenderanno su Emilia-Romagna, Toscana, Marche ed Umbria e dalla serata interesseranno anche Lazio, Abruzzo e Molise, dapprima a quote superiori ai 400-600 metri e successivamente fino a 100-300 metri.

LE PREVISIONI PER DOMANI
Domani, la perturbazione coinvolgerà le regioni centro-meridionali italiane con quota neve piuttosto bassa e contestuale miglioramento del tempo al nord, in un quadro di generale calo termico. Tra giovedì e venerdì nuova fase di maltempo al centro-sud, per il transito di un altro impulso perturbato originato sull’Europa nord-orientale.
Neve attesa in tutta la Liguria e a tutte le quote dalle ore centrali della giornata, secondo le previsioni dell’Arpal, con gelate diffuse e persistenti. A Genova l’amministrazione comunale ha disposto la chiusura anticipata di scuole e impianti sportivi (alle 14), cimiteri, parchi e mercati (alle 12). Nell’entroterra sono in azione macchine spazzaneve e spargisale della Provincia.
In Toscana l’ondata di freddo in arrivo sarà forte, prolungata ed interesserà tutta la Regione. Le temperature percepite scenderanno sotto lo zero fino a punte di -10°C con seri rischi per la salute di anziani, malati e bambini.