Spargere in un ambiente l’aroma di lavanda potrebbe essere il segreto per conquistare la fiducia altrui, pare infatti che il profumo di questo coloratissimo fiore sia in grado di aumentare non soltanto il relax, ma anche la fiducia e la buona predisposizione verso gli altri. A rivelarlo uno studio condotto dall’università olandese di Leida, coordinato dalle italiane Roberta Sellaro e Lorenza Colzato, in uscita sulla rivista Frontiers in Psychology.

La lavanda – spiega Roberta Sellaro – è nota per le sue proprietà rilassanti e studi precedenti indicano che il rilassamento può facilitare comportamenti sociali riducendo la ‘distanza’ percepita tra se stessi e gli altri. In altre parole, uno stato di rilassamento dovrebbe portarci a percepire l’altro come più simile a noi, influendo positivamente sui nostri comportamenti. Seguendo questa logica, abbiamo ipotizzato che la lavanda potesse aumentare la fiducia negli altri”.

”Abbiamo quindi testato tre gruppi di partecipanti, facendo loro svolgere il cosiddetto ‘trust game’ (gioco della fiducia) in stanze in cui era stato diffuso l’aroma di lavanda, di menta, o nessun aroma” spiegano le ricercatrici. A ciascun partecipante sono stati consegnati 5 euro e chiesto di scegliere se donare o meno tutto o parte dei soldi a un’altra persona, considerando che le regole del gioco prevedono la possibilità di guadagnare soldi extra qualora l’altra persona restituisca parte della somma ricevuta.

Il “gioco” ha quindi consentito ai ricercatori di quantificare il livello di fiducia reciproca, evidenziando come i partecipanti che svolgevano il compito nella stanza profumata di lavanda cedevano molti più soldi al loro compagno rispetto agli altri due gruppi. ”Questi risultati potrebbero avere applicazioni interessanti in diversi contesti – concludono soddisfatte le ricercatrici – come negoziazione, vendita, psicologia dello sport” e in ogni contesto dove è richiesto un forte spirito di squadra. L´aroma di lavanda può dunque aiutare a incentivare l’affidamento agli altri, creando le condizioni per negoziazioni ottimali in contesti che richiedono reciproca fiducia.