L’argento colloidale può essere considerato come un antibiotico naturale, impiegato per combattere la presenza di batteri, virus e funghi all’interno dell’organismo. Proprio per questo motivo l’argento colloidale è impiegato validamente sia per uso esterno che interno. Nel primo caso, quando si tratta di uso esterno, l’argento colloidale si può usare per contrastare gli effetti si ferite, ustioni, acne, micosi e verruche. Nel secondo caso, quando si tratta di uso interno, questa sostanza può tornare utile per curare tutta una serie di situazioni che tra poco saranno elencate. Nel caso di uso interno si consiglia però di rivolgersi ad un medico, che sia in grado di fornire il dosaggio esatto da assumere.

Argento colloidale: proprietà antibatteriche uso interno

Grazie all’argento colloidale (le cui dosi devono essere indicate da un medico, quando si tratta di uso interno), è possibile curare le seguenti patologie:

  • febbre
  • infezioni delle vie respiratorie
  • cistiti
  • malattie intestinali
  • candida
  • allergia
  • artrite
  • infezioni provocate da batteri o virus

L’argento colloidale è inoltre validamente impiegato per rafforzare il sistema immunitario.

Argento colloidale: dosaggi ottimali

Prima di andare ad indicare il dosaggio ottimale di argento colloidale che bisognerebbe assumere, è bene specificare che queste indicazioni hanno un puro scopo illustrativo e informativo e che per quanto riguarda l’uso esterno di questa sostanza è necessario rivolgersi ad un medico che sia in grado di indicarne l’esatto quantitativo da assumere per ricevere un effetto benefico.

L’argento colloidale va assunto in piccole quantità, prima o dopo i pasti. Per gli adulti è consigliato assumere un cucchiaio al giorno mentre per i bambini è sufficiente mezzo cucchiaio (per un ciclo di circa dieci oppure quindici giorni). In presenza di patologia nella sua forma acuta, la dose può essere assunta ogni tre ore e nel contempo è consigliato bere molta acqua.

Quando l’argento colloidale va impiegato per uso preventivo, la dose consigliata è di: un cucchiaio per tre volte al giorno per gli adulti; un cucchiaino per tre volte al giorno per i bambini. Nel caso di patologie considerate minori (come febbre e raffreddore), il dosaggio ottimale è di: tre cucchiai tre volte al giorno per gli adulti; un cucchiaio per tre volte al giorno per i bambini. Per patologie più serie, infine, la dose consigliata è di mezzo bicchiere tre volte al giorno oppure di un bicchiere tre volte al giorno.