Crudité? Sì grazie. Consumare regolarmente vegetali freschi e crudi prima dei pasti – ma anche prima di uno spuntino o della colazione – permette all’intero organismo di organizzare le difese nei confronti di eventuali sostanze nocive contenute nei cibi. Ecco perché, se avete mai sentito il consiglio di mangiare della frutta prima di pranzo o cena, non vi dovete stupire del fatto che sì, si tratta di un ottimo consiglio.

PERCHE’ IL CIBO CRUDO FA BENE PRIMA DI UN PASTO?

Con l’antipasto crudo l’intestino, che rappresenta la maggior superficie di contatto del sistema immunitario con il mondo esterno, viene messo in una sorta di preallarme, grazie al quale attiva le cellule destinate alla difesa da ciò che è estraneo. Un pezzo di mela o di carota, uno spicchio di mandarino o un ravanello sono sufficienti, da soli, ad attivare questa semplicissima e insostituibile forma di protezione.

IL PINZIMONIO

Il re dell’antipasto crudo è certamente il pinzimonio, “crudo, vivo e colorato”, in cui ciascuno può scegliere le verdure che ama di più. Per accontentare tutti, sbucciate due carote e due cetrioli e tagliateli per il lungo. Pulite due finocchi e tagliateli a spicchi. Lavate un mazzetto di ravanelli, eliminando il fondo, e una manciata di pomodorini, disponeteli al centro di un piatto da portata e aggiungete le altre verdure. Servite a parte ciotoline con olio extravergine di oliva, sale e pepe a piacere, dove intingere le verdure.

IL CONNUBIO PERFETTO DI FRUTTA E VERDURA: INSALATA BELGA ALL’ARANCIA

Se poi volete il connubio perfetto tra frutta e verdura, c’è l’intramontabile insalata belga all’arancia: lavate e tagliate 4 cespi di insalata belga a fette sottili. Sbucciate un’aranacia al vivo e affettatela. Emuslionate a parte un cucchiaio di succo di limone con sale, pepe, un cucchiaino di miele (o di sciroppo d’acero per i vegani), e un cucchiaino di succo filtrato di arancia. Unite 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, uno alla volta, sbattendo vigorosamente con una forchetta. Riunite in un’insalatiera l’insalata e l’arancia, condite e servite.