Abbiamo già visto quali sono i principali rimedi naturali per gli attacchi di ansia e di panico. L’ansia però provoca anche dei disturbi fisici e degli effetti collaterali che possono provocare parecchio fastidio. Vediamo come superarli e risolverli, sempre con terapie naturali.

BISOGNO DI URINARE SPESSO

Può essere utile il rimedio fitoterapico Valeriana officinalis, rilassante e antiansia: 20 gocce di tintura madre, 2 volte al giorno, in un po’ di acqua e lontano dai pasti. Proseguire il trattamento per 2 mesi e ripetere se necessario.

COLITE

È efficace il macerato glicerico Vaccinium vitis idaea, 50 gocce in un po’ d’acqua, 15 minuti dopo pranzo e dopo cena, da abbinare a Ficus carica, 50 gocce 15 minuti dopo colazione. Può essere assunto per 3-4 mesi consecutivi. Quindi, interrompere per almeno 1 mese.

DEBOLEZZA E STANCHEZZA

Si consiglia un integratore alimentare a base di alga clorella  (rafforza il sistema immunitario, migliora l’umore e attenua i sintomi dello stress e dell’ansia) e vitamina C (antiossidante): 2 compresse al dì, con un po’ di acqua, per almeno 2 mesi.

PROBLEMI DI CONCENTRAZIONE E DI MEMORIA

È utile l’eleuterococco: per gli adulti, 20-30 gocce di tintura madre, 2 volte al giorno, 20 minuti dopo i pasti, per cicli di 2 mesi, ripetibili nel corso dell’anno. Per i bambini in età scolare, 10 gocce di tintura madre di melissa.

PROBLEMI DIGESTIVI

Può dare benefici assumere, all’occorrenza, 1 cucchiaino di miele con 1 goccia di olio essenziale di finocchio. Per trattare il disturbo, assumere il macerato glicerico Ficus carica, come sopra indicato alla voce “colite”.

DOLORI ARTICOLARI E MUSCOLARI

È indicato il sale di Schuessler Kalium phosphoricum. Svolge un’azione calmante: 1-2 compresse 3 volte al giorno, che possono essere sciolte in mezzo bicchiere d’acqua, da bere a piccoli sorsi, durante la giornata, almeno 15 minuti lontano dai pasti.

EIACULAZIONE PRECOCE O RITARDATA

Tra i rimedi fitoterapici di sostegno, è indicato il macerato glicerico Salix alba: 30-50 gocce prima dei pasti per 2 mesi. Ripetere il ciclo, se necessario, 2-3 volte all’anno.

BRUCIORI DI STOMACO

Per trattare il disturbo, assumere il macerato glicerico di Ficus carica, 70 gocce in poca acqua 1 volta  al giorno.

INSONNIA

Si consiglia l’assunzione di passiflora: 30 gocce di tintura madre diluite in un po’ di acqua, a metà pomeriggio e mezz’ora prima di andare a dormire. In alternativa, il rimedio omeopatico Coffea 30CH, 1 dose prima di coricarsi, per 10 notti.

Potete in aggiunta porre un erogatore di aromi nella camera da letto con un poco d’acqua e 1 goccia per ognuno dei seguenti oli essenziali: lavanda, arancio dolce e neroli. Questi oli essenziali, miscelati con un poco di olio di mandorle dolci, sono indicati anche per massaggi rilassanti.

IPERTENSIONE

Si consiglia l’assunzione del macerato glicerico Prunus amygdalus:  40 gocce 2-3 volte al giorno per cicli di 2 mesi, ripetibili nel corso dell’anno. È indicato anche il fiore di Bach Olive.

IPOTENSIONE

Utile il macerato glicerico Rosmarinus officinalis: 40 gocce 2 volte al giorno per cicli di 2 mesi.

MAL DI TESTA

Si consiglia il rimedio omeopatico Ignatia amara 30CH, 3 granuli ogni 15 minuti fino a 10 dosi. All’occorrenza, massaggiare le tempie con una goccia di olio essenziale di lavanda o di neroli.

NAUSEA E VOMITO

Tra le piante officinali è indicata la melissa: 30 gocce di tintura madre in un po’ di acqua all’occorrenza. Porre 1 goccia di olio essenziale di zenzero su un fazzolettino e annusare. Se lo si desidera, si può massaggiare la goccia di essenza sulla parte interna dei polsi.

PALPITAZIONI E TACHICARDIA

È indicato il macerato glicerico Crataegus oxyacantha: 40 gocce 2 volte al giorno per cicli di 2 mesi. All’occorrenza, massaggiare il centro del petto con 1 goccia del rimedio floreale Rock Rose.

STITICHEZZA

Per trattare il disturbo, assumere il macerato glicerico di Vaccinium vitis idaea, come indicato sopra alla voce “colite”. Questo rimedio è molto utile anche in caso di diarrea conseguente a uno stato di ansia.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]