L’anoressia è una malattia che consiste in un’alterata percezione dell’immagine corporea, con una estrema paura dell’obesità e il rifiuto del cibo. Sicuramente possiamo classificarla tra i disturbi del comportamento alimentare. La malattia generalmente va a colpire le giovani donne e le ragazze adolescenti.

Una persona anoressica può smettere di mangiare,  può fare uso spropositato di lassativi oppure può provocarsi il vomito dopo i pasti per evitare di aumentare di peso. Ovviamente il segno più evidente dell’anoressia è il dimagrimento. Quest’ultimo accompagnato da debolezza, tremori, alto ritmo cardiaco e diminuzione della pressione sanguigna.

Per curare l‘anoressia possono risultare utili l’ospedalizzazione e l’alimentazione endovenosa. A seguire è utile una psicoterapia che comporta anche quello che è il coinvolgimento della famiglia.

photo credit: Stefano | Stè | Covre via photopin cc