L’anemia si verifica quando il midollo osseo non produce abbastanza cellule ematiche, in particolare globuli rossi. L’anemia quindi è una condizione di povertà del sangue. La malattia si va a manifestare generalmente con una moderata astenia, cioè sensazione di stanchezzatachicardia, cardiopalmo, svenimento, nausea, mancanza di appetito, dispnea da sforzo, riduzione della capacità di concentrazione e di memoria e da un colorito pallido della pelle e delle mucose.

L’entità della sintomatologia non dipende tanto dai valori assoluti di emoglobinemia ma dalla velocità con cui si va ad instaurare l’anemia e di conseguenza dal tempo che l’organismo ha per adattarsi alle variazioni dei suoi livelli. Un altro indizio che porta a pensare all’anemia può essere: la fragilità delle unghie che tendono a spezzarsi, a sfogliarsi, ad assumere la caratteristica forma a cucchiaio presentandosi piatte, o nel peggiore dei casi concave (Foto by InfoPhoto).

Spesso, l’anemia si rivela la complicanza di altre malattie, che va ad aggravare le condizioni della persona portando esiti anche fatali come nei casi della broncopneumopatia cronica ostruttivo e della leucemia.