Un team di ricercatori internazionali, coordinato da Guillaume Lettre (Università di Montreal), è riuscito ad individuare il gene che controlla la nostra altezza. Si tratta, nel dettaglio, di ottantatré varianti genetiche che fino a questo momento erano rimaste invisibili ma che in realtà posseggono un’importanza fondamentale nella determinazione della statura. La scoperta è estremamente importante perché potrebbe aiutare a trovare soluzioni terapeutiche per tutte quelle patologie che sono legate all’altezza. Ma non solo.

Lo studio condotto dal team internazionale ha permesso di compiere importanti passi avanti in questo settore della ricerca. Come spiegano loro stessi, infatti, fino a questo momento erano noti solo settecento geni che in qualche modo erano sì coinvolti nella determinazione della statura ma solo marginalmente. Quelli effettivamente coinvolti risultavano invisibili. Fino ad oggi almeno.

Alcuni degli ottantatré geni scovati avrebbero un vero e proprio ruolo chiave. Essi, infatti, sarebbero responsabili anche dell’influenza della statura in età adulta e potrebbero arrivare ad incidere fino a due centimetri. I geni noti fino a questo momento, invece, potevano incidere sull’altezza soltanto per pochi millimetri.

Utilizzare tantissimi volontari e studiarne il relativo dna ha permesso di scovare questi geni definiti fantasma. Tale tecnica potrebbe essere utile, in futuro, per studiare altri tipi di situazioni, conoscere meglio patologie e trovare terapie farmacologiche maggiormente efficaci.