L’alloro (del quale si utilizzano sia le foglie che le bacche) è uno stimolante della secrezione dei succhi gastrici, possiede notevoli proprietà antisettiche ed è un ottimo sudorifero: oltre ad alleviare cattiva digestione e meteorismo, quindi, aiuta anche a combattere raffreddore e influenza. Costituisce un ausilio efficace contro i reumatismi, ma anche un ottimo antidoto all’eccessiva sudorazione.

Le bacche (o drupe) dell’alloro, raccolte a completa maturazione, una volta essiccate si presentano come palline ovoidali nero-violacee. Un tempo, per curare i reumatismi, si usava l’unguento laurino (preparato mescolando l’olio ottenuto dalla spremitura a freddo delle bacche con grasso di maiale, essenza di cajeput, trementina e ginepro) che, secondo la tradizione popolare, avrebbe avuto efficacia anche in campo veterinario. Le bacche vengono usate anche per preparare bagni stimolanti e aromatici, nella proporzione di 200-500 g per bagno.

L’ALLORO COME RIMEDIO ALLA CATTIVA DIGESTIONE E AL METEORISMO

Preparate un infuso mettendo un pugno di foglie sminuzzate in 1 l d’acqua bollente: aggiungete 30 g di scorza d’arancio amaro (non trattato), coprite e lasciate in infusione per 10 minuti. Colate e bevete 2 tazzine di infuso al giorno. In caso di meteorismo è preferibile assumere l’infuso tiepido.

L’ALLORO COME RIMEDIO AL RAFFREDDORE E ALL’INFLUENZA

Per un salutare infuso, mettete 2 g di foglie d’alloro in una tazza d’acqua bollente, lasciando in infusione per 10 minuti, filtrate e dolcificate con 1 cucchiaino di miele. L’infuso, in questo caso, deve essere bevuto molto caldo.

L’ALLORO COME RIMEDIO AI REUMATISMI

Il procedimento per preparare un buon decotto inizia ponendo 15-20 g di foglie in un pentolino con un bicchiere di acqua fredda. Mettete al fuoco e fate bollire 5 minuti, quindi lasciate riposare altri 10 minuti coperto, filtrate e aggiungete 1 cucchiaino abbondante di miele. Assumete il decotto a tazzine nell’arco della giornata. In alternativa, potete preparare un unguento, consigliabile anche sulle contusioni, facendo macerare in olio d’oliva, per un mese almeno, un po’ di bacche schiacciate o pestate. L’unguento va frizionato sulle parti contuse e dolorose affette dai reumatismi.

L’ALLORO COME RIMEDIO PER L’ECCESSIVA SUDORAZIONE DEI PIEDI

Mettete un pugnetto di foglie in infusione in acqua bollente, quindi preparate un pediluvio diluendo l’infuso in una bacinella d’acqua calda, ove verserete 50 g di argilla verde in polvere. Se avete anche un problema di cattivo odore, aggiungete 30 g di timo volgare.