Il tatuaggio è una moda che non accenna a scemare: giovani e meno giovano non riescono a resistere alla tentazione di disegnare, in modo indelebile, un simbolo o una scritta sulla propria pelle.

Ma è necessario fare molta attenzione, soprattutto ora che  il Rapex – il sistema europeo di allerta rapido per i beni non alimentari – ha trovato dei coloranti che potrebbero essere rischiosi.

L’allerta, quindi, è maggiore per le persone che hanno scelto di farsi un tatuaggio colorato. I colori incriminati sono 15, tutti prodotti dalla Intenze, un’azienda americana, nella cui composizione sono stati trovati alcuni ingredienti che potrebbero portare a gravi conseguenze per la pelle. L’ingrediente si cui si è maggiormente concentrata l’attenzione è l’o-anisidina, un’ammina aromatica, già dal 2008 vietata da una risoluzione del Consiglio d’Europa del 2008 perché cancerogena.

Questi prodotti ora non potranno più essere venduti, ma la preoccupazione resta per coloro che hanno già fatto un tatuaggio. Anche se gli esperti sono concordi nel dire che le possibilità di sviluppare una patologia della pelle sono piuttosto remote, il rischio non è del tutto scongiurato.

Il problema è che anche se si decide di sottoporsi ad un trattamento laser per l’eliminazione del tatuaggio il processo potrebbe essere molto lugno, in quanto i colori incriminati sono proprio quelli più difficili da togliere.

Di seguito la lista dei colori ritenuti cancerogeni:

Coral
Dijion
Dragon Yellow
Egg Shell
Lemon Yellow
Maroon
Maroon Honey
Mustard
Persian Red
Rubber Doll
Salmon
Sangria
Sunburn
Yellow Orchid
Golden Rod

(Fonte: Corriere della Sera)