L’allergia alle graminacee, contrariamente alla rinite allergica che perdura per tutto l’anno, è un’allergia stagionale, esattamente come l’allergia al polline (clicca qui per leggere l’articolo). Per tale motivo, i sintomi si manifestano dalla tarda primavera fino all’estate. E’ stato riscontrato un legame fra l’allergia ai pollini e l’alimentazione in base alla cross reattività: alcuni alimenti possono scatenare reazioni allergiche in chi è intollerante alle graminacee.

SINTOMI

  • congestione nasale;
  • naso che cola;
  • sensazione di prurito;
  • tosse;
  • starnuti;
  • lacrimazione;
  • occhi rossi;
  • affaticamento generale;
  • malessere.

ALIMENTI DA EVITARE

  • agrumi;
  • pomodori;
  • melone;
  • riso;
  • sedano;
  • orzo;
  • segale;
  • mais;
  • bietole;
  • pesche;
  • prugne;
  • anguria;
  • kiwi;
  • albicocche;
  • arachidi;
  • mandorle;
  • ciliegie.

photo credit: pierofix via photopin cc