Il nichel è un metallo abbondantemente usato nell’industria. In particolare, il nichel è impiegato per la produzione della maggior parte degli oggetti di uso quotidiano con i quali siamo perennemente in contatto: bigiotteria, cellulari, maniglie, pentole, stoviglie, forbici, batterie, aghi, ceramiche e tanto altro. Il nichel può scatenare diverse reazioni allergiche.

I soggetti allergici devono assolutamente ridurre la possibilità di assunzione e di contatto col metallo.

Ecco cosa si può fare:

  1. Ridurre o eliminare alcuni alimenti come il cacao, il cioccolato, i legumi freschi e secchi,i cereali, la farina, la liquirizia, i funghi, le noci, le aringhe, la lattuga, gli spinaci, la margarina, le pere…
  2. Gli alimenti con minore contenuto di nichel da assumere con moderazione e generalmente tollerati sono ad esempio la pasta, i cetrioli, le melanzane, i peperoni, le zucchine, le carote…
  3. Gli alimenti permessi sono ad esempio la carne bianca e rossa, le patate, le uova, il latte, etc.
  4. Quando si cucina è preferibile non usare pentole smaltate, in teflon, in alluminio.

photo credit: Davide Restivo via photopin cc