Gli alimenti con Vitamina D sono fondamentali in una dieta sana ed equilibrata, poiché carenze di questo pro-ormone liposolubile possono dare origine a debolezza muscolare, dolori e, di recente scoperta, sindrome influenzale.
La vitamine D può essere di cinque forme diverse, le più importanti sono la D3 (che deriva dal colesterolo) e la vitamina D2.

La funzione della vitamina D è quella di stimolare l’assorbimento di calcio e fosforo a livello intestinale e può essere assunta sia per via alimentare sia per esposizione solare. Un eccesso nell’assunzione di Vitamina D, di contro, può portare alla formazione di calcoli renali (per via dell’accumulo di calcio).

Gli alimenti con maggior dosaggio di Vitamina D sono vari, tra i più indicati a livello nutrizionale ci sono le proteine: il salmone, lo sgombro, il tonno e il tuorlo sono gli alimenti cardine per chi ne ha carenza. Non bisogna però sottovalutare l’apporto degli oli vegetali, quali quello d’oliva, i formaggi (specialmente quelli grassi) e dei cereali, che però variano da marchio a marchio.

Foto by InfoPhoto