Specialmente in vista dell’estate e della prova costume è importante ritrovare la forma fisica smaltendo i chili di troppo: per farlo non esistono esercizi più adatti dell’aerobica.

Questa è intesa come l’insieme degli esercizi fisici che possiedono una significativa richiesta di ossigeno da parte dei muscoli: il termine aerobico, infatti, significa letteralmente “con ossigeno” o “in presenza d’ossigeno“.

La ginnastica aerobica va ad offrire molteplici benefici perché oltre a snellire pancia e fianchi permetterà di andare a bruciare molti grassi,  e questo perché i vari esercizi svolti vanno a sollecitare e utilizzare i grandi gruppi muscolari, facendoli lavorare per un periodo di tempo più o meno lungo che varia dai 15 ai 60 minuti.

L’aerobica, tuttavia, risulta anche una buona alternativa per rimanere in forma se non si vuole andare in palestra: questa, infatti, potrà essere svolta anche tra le mura di casa propria oppure, specie durante la bella stagione, anche all’aria aperta in un parco. Ciò che servirà è munirsi di buona volontà e fermezza nel raggiungere l’obiettivo prefissato. Per essere ancora più motivati gli esercizi potranno essere fatti a tempo di musica.

Aerobica: alcuni esercizi da fare a casa

  • Riscaldamento. Ogni buon esercizio di aerobica dovrà iniziare con un riscaldamento: per questo si può fare una camminata veloce o una corsetta di almeno 30 minuti all’aperto oppure, se in casa, si può utilizzare una bici ellittica o una semplice marcia sul posto – anche di 5 o 10 minuti – può andare bene. Marciando sul posto si possono sciogliere anche i muscoli di spalle e braccia portando le prime verso le orecchie per poi tornare alla posizione di partenza.
  • Step. Un attrezzo utile per fare dell’aerobica è lo step:  con questo, infatti, non solo si andranno a tonificare gambe e glutei ma si andrà anche a lavorare sul sistema cardio vascolare. Con lo step si possono  svolgere più esercizi: tra questi quello più classico per cui basterà posizionare l’attrezzo davanti a sé salendovi prima con un piede e poi con l’altro per scendere nello stesso modo, magari andando a tempo con la musica.
  • Cyclette. Gli esercizi aerobici non comprendono solamente quelli eseguiti a corpo libero: anche la cyclette gioca un ruolo fondamentale, infatti, in quanto efficace per perdere peso e tonificare soprattutto i muscoli delle gambe e delle cosce rendendoli anche più flessibili e resistenti.
  • Squat. Tra gli esercizi aerobici per tonificare i muscoli delle gambe e il lato B si trova anche il classico squat. Eseguirlo è semplice: divaricando leggermente le gambe tenendo la schiena ben dritta, scendere con il bacino fino a formare un angolo retto con le ginocchia e poi risalire nella posizione di partenza. Per trovare più equilibrio si possono allungare le braccia in avanti, mettere le mani sui fianchi oppure unire le mani davanti al petto.
  • Squat plié. Una piccola ma importante variante dello squat è con una posizione in plié: questa, infatti, permetterà non solo di rassodare i glutei ma in particolar modo la parte interna delle cosce. Per farlo basta divaricare leggermente le gambe con le punte dei piedi rivolte verso l’esterno e la schiena ben dritta: a questo punto, come per il classico squat, scendere con il bacino piegando anche le ginocchia per poi tornare alla posizione di partenza. Per non perdere l’equilibrio ci si può appoggiare allo schienale di una sedia o stendere le braccia lateralmente formando una linea unica con le spalle.
  • Bastone per spalle e schiena. Per cercare di tonificare sia le spalle che la schiena basterà munirsi di un classico bastone della scopa: questo andrà posizionato sulle spalle, dietro la nuca, e afferrato da entrambe le estremità con le mani. Divaricando le gambe e piegando leggermente le ginocchia, flettere lateralmente il busto verso destra, per tornare poi nella posizione di partenza e svolgere lo stesso movimento a sinistra.
  • Addominali. Sdraiandosi in posizione supina su un tappetino, piegare le ginocchia, mettere le mani dietro la nuca – o incrociare le braccia sul petto –  e contrarre l’addome: a questo punto bisognerà cercare di salire in direzione delle ginocchia per poi tornare alla posizione di partenza e svolgere lo stesso movimento per 3 set da trenta ripetizioni ciascuno oppure. I più allenati possono anche fare due sessioni da cinquanta addominali ciascuna. Durante questo esercizio è fondamentale fissare un punto verso il muro così da non chiudere il mento verso il petto.
  • Addominali obliqui. Oltre agli addominali alti, bisogna sempre ricordarsi di quelli obliqui: sempre rimanendo in posizione supina, con le gambe piegate e le mani dietro la nuca – o incrociate verso il petto – , bisognerà cercare di salire verso il ginocchio sinistro per poi tornare alla posizione di partenza svolgendo il movimento per almeno 25 volte. Dopodiché bisognerà cambiare lato svolgendo lo stesso movimento per altre 25 volte ma verso il ginocchio destro. Questo esercizio dovrebbe essere ripetuto per almeno 3 serie ma per intensificarlo si possono fare due serie da cinquanta addominali obliqui ciascuna.