I muscoli addominali sono essenzialmente quattro: l’obliquo interno, l’obliquo esterno, il traverso dell’addome (presenti in coppia, a destra e a sinistra) e il retto dell’addome. Essi concorrono allo svolgimento di numerose funzioni fondamentali, tra cui la dinamica respiratoria, la stabilizzazione della colonna vertebrale e il contenimento/compressione delle strutture viscerali, oltre a permettere la flessione in avanti e laterale del torace sul bacino e la retroversione di quest’ultimo. Un addome tonico e ben allenato, oltre a rendere la figura più snella e il ventre piatto, è dunque funzionale a prevenire fastidiosi mal di schiena, migliorare l’equilibrio e mantenere una corretta postura.

Tra gli esercizi finalizzati a potenziare l’addome, il crunch tradizionale (più comunemente chiamato “addominale”) occupa certamente un posto di tutto rilievo. Per svolgerlo correttamente sdraiatevi supini, con le gambe flesse appoggiate a terra e le mani dietro la testa. Sollevate quindi le spalle di circa 15 cm, mantenendo tuttavia la schiena ben aderente a terra e il collo rilassato. Ricordate infine di espirare durante la contrazione ed inspirare nella fase di ritorno.

Per un allenamento più intenso, è poi possibile optare per il crunch inverso: sdraiatevi supini con le gambe flesse appoggiate a terra e le mani dietro la testa; sollevate quindi il bacino verso il tronco, sempre mantenendo la schiena ben appoggiata.

Davvero ottimo è poi il biciclette crunch, che stimola in particolar modo il muscolo retto addominale. Per eseguire questo esercizio sdraiatevi supini sul pavimento; portare le mani dietro la nuca e sollevate le gambe piegandole fino a un angolo di 45 gradi. Da questa posizione iniziate a simulare il movimento della pedalata, avvicinando il gomito sinistro al ginocchio destro e viceversa. Tra gli esercizi i più efficaci per potenziare l’addome, vanno annoverati quelli in cui gli addominali si contraggono per stabilizzare la parte inferiore del corpo, come ad esempio il captain’s chair. Seguono il crunch con gambe estese in alto, crunch con braccia estese dietro la testa, crunch con talloni a terra, il plank e gli esercizi con il roller.