Actigrip è un farmaco analgesico ed antipiretico a base di paracetamolo, triprolidina cloridrato  e pseudoefedrina cloridrato, indicato nel trattamento sintomatico del raffreddore e delle sindromi influenzali caratterizzate da congestione delle prime vie respiratorie.

In particolare, il paracetamolo è il responsabile dell’ azione analgesica ed antipiretica del farmaco, aiutando al contempo ad alleviare i dolori muscolari ed articolari tipici degli stati febbrili. La triprolidina cloridrato è invece un efficace antistaminico, in grado di  dare sollievo nelle affezioni caratterizzate da disturbi anche di natura allergica, mentre la pseudoefedrina cloridrato agisce da decongestionante delle vie aeree superiori.

Actigrip è disponibile in farmacia, senza obbligo di prescrizione medica, in compresse da 300 mg di  paracetamolo, 60 mg di pseudoefedrina cloridrato e 2,5 mg di triprolidina cloridrato, oppure in sciroppo da 2,5 gr di paracetamolo, 0,5 gr di pseudoefedrina cloridato e 0,021 gr di triprolidina cloridrato ogni 100 ml di prodotto. Generalmente, negli adulti e nei bambini al di sopra dei 12 anni di età, si consiglia l’ assunzione di una compressa 2/3 volte al giorno (a stomaco pieno), o una dose da 12 ml di sciroppo 2/3 volte al dì. Nei bambini dai 6 ai 12 anni si raccomanda invece di ridurre la dose a 6 ml di sciroppo 2/3 volte al giorno. Un adeguamento del dosaggio potrebbe tuttavia rendersi necessario in caso di pazienti anziani o affetti da patologie epatico-renali. Sempre meglio, dunque, consultare il proprio medico curante prima di assumere il farmaco. Il trattamento con Actigrip deve inoltre intendersi come terapia sintomatica di breve durata, limitata quindi a pochi giorni. Se la febbre persiste per più di tre giorni e i sintomi non accennano a migliorare entro cinque, allora è opportuno consultare il medico prima di continuare la somministrazione.

Il farmaco è fortemente controindicato in gravidanza e allattamento, come anche in caso di glaucoma, ipertrofia prostatica, stenosi piloriche e duodenali, ipertensione arteriosa, ipertiroidismo, epilessia e diabete mellito.