Bere acqua fa dimagrire? L’acqua è uno degli elementi basilari della vita, ma capire quanto si debba bere non è sempre stato semplice. La maggior parte di noi è cresciuta pensando che si devono bere almeno otto bicchieri di acqua ogni giorno, in aggiunta a qualsiasi altra bevanda, ma le ultime raccomandazioni affermano che non dobbiamo più preoccuparci di bere una specifica quantità di acqua, perché possiamo semplicemente soddisfare la nostra sete con qualsiasi bevanda di nostro gusto. Come si è visto, non esistono prove scientifiche per la raccomandazione di bere due litri di acqua, dato che il consiglio si basava sui dati di un’indagine sui consumi abituali. Naturalmente, l’acqua pulita, rinfrescante, e priva di calorie è la bevanda ideale, ma gli studi hanno dimostrato che si può rimanere idratati anche assumendo caffè, bibite, o persino la birra, ed alcune persone sono pronte a giurare che l’acqua sia un coadiuvante nella perdita di peso. Per contribuire a rendere note le proprietà dell’acqua cristallina, abbiamo chiesto ad alcuni esperti quanta acqua abbiamo bisogno, e se l’acqua potabile può davvero aiutare a tenere a bada le calorie in eccesso.

LE LINEE GUIDA PER BERE L’ACQUA
Uno studio del 2002, pubblicato nel Journal of Physiology, ha messo in discussione la vecchia raccomandazione di bere otto bicchieri di acqua al giorno. Dopo un esame approfondito, i ricercatori hanno concluso che non esistono prove adeguate che gli adulti sani (che vivono in climi temperati e che non sono impegnati in attività particolarmente dure) abbiano bisogno di grandi quantità di acqua. Si raccomanda dunque semplicemente di bere quando si ha sete e si ribadisce che anche le bevande contenenti caffeina possono soddisfare il nostri fabbisogno di liquidi. Le nuove linee guida dunque smentiscono che vi sia la necessità di bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno, e affermano che gli adulti sani possono determinare da se stessi in base alla loro sete il bisogno di liquidi. Le eccezioni a questa regola includono tutti coloro che sono affetti da patologie che richiedono il controllo dei fluidi, come gli atleti e le persone che svolgono una prolungata attività fisica o le cui condizioni di vita si esplicano in condizioni ambientali estreme.

QUAL’E’ LA QUANTITA CORRETTA D’ACQUA PER CIASCUNO DI NOI?
Non vengono specificati i requisiti minimi di assunzione di acqua, ma in generale si raccomanda di assumere una quantità di liquidi (su una base di media statistica) di 2.700 grammi (che equivalgono a 11 o più bicchieri al giorno) per le donne e 3750 grammi (più di 15 bicchieri al giorno) per gli uomini. Ricordate, queste linee guida riguardano l’assunzione totale di liquidi, compreso quelli assunti tramite gli alimenti e le bevande.
Infatti, circa l’80% dell’assunzione di acqua proviene dall’acqua potabile e da altre bevande, ed il restante 20% proviene dal cibo. Assumendo che queste percentuali siano corrispondenti all’acqua che la maggior parte di noi assume, la quantità raccomandata di bevande, compresa l’acqua, sarebbe di circa 9 tazze per le donne e 12,5 per gli uomini.
Il 20% può sembrare una percentuale molto elevata di liquido che sia assunto mangiando, ma dovete sapere che molti cibi comuni sono formati per lo più da acqua.

QUANDO SI HA BISOGNO DI BERE DI PIU’
L’attività fisica, il calore e l’umidità possono aumentare il nostro bisogno di liquidi. In queste situazioni, tenete alcune bottiglie d’acqua a portata di mano e bevete frequentemente per evitare la disidratazione.
Se avete la necessità o la voglia di essere fisicamente attivi per lunghi periodi, prendete in considerazione di assumere integratori sportivi che idratano e forniscono elettroliti e zucchero facilmente utilizzabile.
Le malattie sono spesso accompagnate da aumento della temperatura corporea, sudorazione eccessiva, vomito, minzione frequente, o diarrea, e in quei casi il nostro bisogno di liquidi può aumentare. Assicuratevi di bere molto se soffrite di una di queste condizioni, e consultate un medico se le perdite di liquidi siano eccessive o prolungate.

QUANDO L’ACQUA E’ TROPPA…
Gli scienziati non hanno fissato un limite superiore per l’acqua. L’intossicazione da acqua è molto rara, anche se può essere molto grave e provocare la morte. Uno studio recente ha dimostrato che uno su tre maratoneti beve troppa acqua durante una gara, probabilmente perché segue il consiglio di bere quanto riesce a tollerare. Se bevete quando avete sete, state facendo la cosa giusta. Fidatevi del vostro istinto per essere sicuri di assumere una quantità sufficiente di liquidi e, ciò che è importante, non bevete troppo di frequente. La vescica infatti è come un palloncino, e quando si va frequentemente in bagno, può stressarsi eccessivamente, fatto che ha come conseguenza eventuali possibili problemi di svuotamento incompleto.
Per le persone più sane si raccomandano infatti tra le sette e le dodici visite giornaliere al bagno ogni giorno.

L’ACQUA PER IL CONTROLLO DEL PESO
Per anni, l’acqua potabile è stata raccomandata come coadiuvante per la perdita di peso, nonostante sia evidente il fatto che i liquidi in genere soddisfano la sete e non la fame: infatti, la sete e la fame sono regolate da meccanismi completamente differenti. Un recente studio ha cercato di capire se le persone che avevano bevuto acqua mentre pranzavano avevano assunto meno calorie di altre persone che avevano bevuto bevande a basso contenuto calorico. Si è scoperto che l’acqua ha avuto poco effetto sul consumo totale delle calorie al pasto. In tutte le ricerche, non si è mai stati in grado di dimostrare che l’acqua può causare perdita di peso. L’unico modo in cui l’acqua potabile può aiutare a perdere peso è quando essa sia il sostituto di bevande o alimenti ad alto contenuto calorico. Tuttavia, assumere cibi con alto contenuto di acqua può aiutare le persone che sono a dieta perché aumenta la sensazione di sazietà. Quando si aggiunge l’acqua in una ciotola di verdure come nella zuppa, si prova un maggior senso di sazietà rispetto a quando le verdure sono consumate da sole con un bicchiere d’acqua. Quando l’acqua è incorporata nel cibo o nel modo di cucinare un alimento, il senso di sazietà è amplificato e in ultima analisi si assume meno cibo.

QUANDO L’ACQUA CI FA PERDERE PESO
Si può perdere peso assumendo acqua per diversi fattori:
- Gli alimenti che incorporano l’acqua tendono a sembrare più grandi.
- Il volume più grande di questi alimenti offre una maggiore stimolazione orale.
- Il fattore più importante: quando l’acqua è collegata al cibo, ne rallenta l’assorbimento e ne aumenta la permanenza nello stomaco.
Se si vuole perdere peso, si raccomanda di seguire un piano alimentare che comprenda molti alimenti ad alti volumi quali frutta, verdura, zuppe a base di brodo, farina d’avena, insieme con l’assunzione di fluidi adeguati in quantità adeguata a soddisfare la vostra sete.
Gli esperti concordano: l’acqua potabile, magari con un tocco di succo di agrumi, è un grande modo privo di calorie per soddisfare la vostra sete, ma se preferite si possono assumere succhi di frutta, latte magro, caffè o altre bevande aromatizzate, che possono mantenervi ben idratati. L’acqua è senza calorie, il che la rende la scelta ideale per il controllo del peso, ma abbiamo bisogno anche di calcio e soprattutto di vitamina D a basso contenuto di grassi del latte.
Cosa ancora più importante, fare le vostre scelte in fatto di bevande ottimali per soddisfare i vostri bisogni nutrizionali, le vostre preferenze a livello di sapori, ed il vostro bisogno di idratazione. Pensate che la vostra dieta sia sana? Pensateci! A molti adulti infatti mancano sette nutrienti essenziali (dal calcio alla fibra), e ad alcuni gruppi di persone ne mancano anche di più. Colmare le lacune di così tanti nutrienti sembra un problema insormontabile senza il ricorso ad integratori, ma il più delle volte è il cibo stesso che può risolvere il deficit.