L’acne è una malattia infiammatoria della pelle, che colpisce frequentemente volto, collo, décolleté, dorso e cuoio capelluto. Si tratta di una manifestazione fisiologica tipica dell’adolescenza, che tende a scomparire con la pubertà, ma a volte si protrae anche in età adulta. Il processo infiammatorio che coinvolge il follicolo pilifero e la relativa ghiandola sebacea può infatti dipendere da una pluralità di fattori: disordini ormonali, pubertà e  mestruazioni sono i principali responsabili, ma anche disordini epato-intestinali, stress,  allergie alimentari, fattori genetici, ecc.

Essendo numerosi i fattori scatenanti, diverse possono essere le manifestazioni dell’acne. In numerose cliniche specializzate è possibile, partendo dai sintomi, risalire ad una corretta diagnosi e stabilire il grado di severità di ciascun tipo (lieve, moderata, severa, fulminans). Esiste per esempio l’acne inversa o idrosadenite suppurativa, l’acne fulminans, l’acne premestruale, l’acne neonatorum, l’acne androgenetica, l’acne escoriata, l’acne da medicamenti o iatrogena, l’acne da cosmetici, ecc. In tutti questi casi esistono però numerosi rimedi, tra cui quelli naturali, che possono essere d’aiuto per alleviare il problema; una diagnosi corretta è tuttavia indispensabile per individuare la giusta strategia di contrasto.

In generale, i rimedi naturali efficaci contro l’acne devono espletare proprietà antinfiammatorie, astringenti, antisettiche e disintossicanti, allo scopo di diminuire le impurità della pelle, ma poiché le cause del problema sono molteplici e svariate, il rimedio dovrà essere mirato per quel determinato disturbo.

Esistono poi una serie di piccoli accorgimenti, indispensabili per la buona riuscita del trattamento. Questi prevedono di:

  • bere molta d’acqua
  • mantenere una dieta bilanciata
  • evitare l’applicazione di creme cosmetiche irritanti
  • evitare l’uso di sostanze grasse sulla pelle
  • resistere alla tentazione di toccare, strofinare o strizzare le zone interessate.

Alimentazione e acne

L’acne è spesso causata da squilibri ormonali, per alleviarne i sintomi è quindi importante seguire una dieta equilibrata, che non appesantisca il fegato, centrale biochimica dell’organismo. Da evitare sono latte e derivati, farine raffinate,  alcool e tutti quegli alimenti che contengono oli industriali e quindi acidi grassi “trans” (cibi fritti, margarina, oli vegetali come olio di colza, olio di palma e olio di semi di girasole o di mais). Per contrastare l’acne è invece importante seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, basata su cereali integrali, legumi, frutta e verdura, con moderato consumo di proteine animali. Da evitare sono però le carni rosse o bianche ricche di ormoni (come pollo e vitello); da preferire sarebbe invece il pesce fresco di piccola taglia (privo di metalli pesanti). In questo modo si assicureranno all’organismo tutti i nutrienti nemici dell’acne: vitamina A (da carote, zucca, melone e albicocche), vitamine del gruppo B (cereali integrali), minerali come magnesio, cromo, selenio e zinco (ne sono ricchi i semi oleosi e l’olio di germe di grano), omega 3 ed omega 6.

Rimedi naturali

Oltre ai piccoli accorgimenti quotidiani sopra citati ed una dieta equilibrata, esistono poi molteplici rimedi naturale utili nell’alleviare e contrastare l’acne, ma anche mirati ad agire sui fattori che la scatenano. In erboristeria si possono infatti trovare vari preparati come tisane depuranti, sciroppi, compresse e gocce per uso interno, oppure creme, pomate, gel, impacchi o maschere per un’applicazione locale e mirata. Molto utili si rivelano:

  • Bardana (Arctium lappa): probabilmente il rimedio naturale più indicato per il trattamento dei disturbi legati all’acne. Favorisce la corretta fisiologia della cute, con un’azione  depurativa e decongestionante.
  • Ippocastano (Aesculus hippocastanum): particolarmente indicato per il trattamento delle pelli congestionate, infiammate ed acneiche. Grazie alle proprietà capillarotrope e vasocostrittrici stimola infatti  la micro-circolazione e migliora la funzionalità dei capillari.
  • Biancospino (Crataegus monogyna): grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, il biancospino costituisce spesso la base per crema anti-acne.
  • Amamelide (Hamamelis virgiliana): sfruttata per le sue spiccate proprietà  antiflogistiche (diminuisce l’infiammazione), astringenti – vasocostrittrici e cicatrizzanti.
  • Aloe (Aloe vera): ottimo rimedio naturale per l’acne grazie alle proprietà antinfiammatorie, riepitelizzanti, astringenti e cicatrizzanti.
  • Viola del pensiero (Viola tricolor): grazie alla spiccata azione depurativa, il rimedio agisce su specifici disturbi della pelle, sia in forma di infusi, che cataplasmi da applicare direttamente sulla cute.
  • Olio di jojoba: indicato per la cura delle pelli miste, permette di eliminare il sebo in eccesso, senza causare eccessiva secchezza, che a sua volta favorisce la comparsa dell’acne.

Creme o gel preparate con questi ingredienti naturali favoriscono la chiusura dei pori dilatati, mantengono la pelle tonica e la proteggono da batteri e fattori ambientali, svolgendo al contempo un’azione normalizzazione sulla produzione di sebo.

Tarassaco (Taraxacum officinale): promuovendo l’attività diuretica, svolge una spiccata attività depurativa.

Fermenti lattici vivi (probiotici): favoriscono l’equilibrio della flora batterica intestinale, contrastando l’acne dall’interno.

Maschera d’argilla: molto efficace per purificare la pelle da tossine e batteri, l’argilla è anche nota per la capacità di inglobare le impurità, prelevandole dalla pelle.

Oli essenziali

Gli oli essenziali danno tono alla pelle e la disinfettano dalle impurità acneiche. Possono essere diluiti in acqua e applicati sulla cute con un batuffolo di cotone, oppure essere addizionati a creme e maschere purificanti. Gli oli essenziali comunemente usati nella cura dell’acne esercitano un’azione antisettica e purificante sulle pelli, riparando e rigenerando al contempo i tessuti che presentano lesioni o cicatrici. Tra i più efficaci:

  • Olio essenziale di limone: contrasta l’eccessiva produzione di sebo e richiude i pori dilatati, favorendo nello stesso tempo la rigenerazione cellulare e il processo di cicatrizzazione.
  • Olio essenziale di mirra: la sua azione antisettica risulta efficace in presenza di comedoni infiammati o con pus; mentre le proprietà cicatrizzante rigenerano la cute lesa.
  •  Olio essenziale di lavanda: promuove la rigenerazione dei tessuti, sfiamma e decongestiona gli arrossamenti.
  • Olio essenziale di sandalo: grazie alla spiccata attività antibatterica ed antimicotica è in grado di alleviare molti dei fastidi e inestetismi causati dall’acne.