Per evitare un innalzamento dei livelli di acido urico è necessario seguire alcuni accorgimenti in fatto di alimentazione. Vanno eliminati acciughe, aringhe, sgombro, sardine, uova di pesce e interiora, mentre va ridotto il consumo di carne, crostacei, legumi e insaccati, ridurre le quantità di zuccheri e di grassi.

Andranno invece consumati in maggiori quantità gli amidi, che favoriscono l’escrezione dell’acido urico. Le proteine potranno essere assunte dal latte, dai formaggi, dalle uova e dallo yogurt. Va ridotto anche il consumo di spinaci, asparagi, cavolfiori e funghi perché hanno un contenuto medio di purine.