L’acido ialuronico è una molecola presente in tutti i tessuti connettivi dei mammiferi che, incamerando acqua, è deputata all’idratazione, elasticità, tonicità dell’epitelio e del sistema nervoso centrale. Con l’avanzare dell’età la sua quantità nei tessuti diminuisce causando la formazione di rughe e segni dell’invecchiamento.

Il suo utilizzo per scopi estetici può avere una doppia natura: dal punto di vista esterno, con l’applicazione di creme (che però non vanno a rimpolpare la quantità di molecola nei tessuti) e, più profondamente, tramite micro infiltrazioni per eliminare le rughe. Sono numerose, inoltre, le sue applicazioni in altri campi della medicina: cura delle afte e stimolazione dei tessuti cicatriziali, stimolazione di lacrime artificiali e lubrificazione delle articolazioni.

Di recente scoperta è la sua presenza nei neonati follicoli dei capelli, pertanto potrebbe rappresentare una svolta nella cura alla calvizie tramite il trattamento locale dei tessuti. A oggi, il suo maggior impiego è quello cosmetico cui spesso è associata l’assunzione d’integratori e una dieta ricca di frutta (se vuoi scoprire i rimedi naturali contro le rughe clicca qui).

photo credit: jenny downing via photopin cc