Aciclovir è un farmaco antivirale indicato nel trattamento delle infezioni da virus Herpes simplex della pelle e delle mucose, compreso l’Herpes genitalis primario e recidivante; per la soppressione delle recidive da Herpes simplex nei pazienti con normale funzione immunitaria; per la profilassi delle infezioni da Herpes simplex nei pazienti con funzione immunitaria compromessa, nonché nel trattamento della varicella e dell’Herpes zoster.

Si tratta di un farmaco soggetto a prescrizione medica ed acquistabile in compresse da 400 o 800 mg, pomata, o sospensione orale da 400 mg/5 ml. In caso di infezioni da Herpes simplex, può inoltre essere somministrato per via endovenosa.

A seconda dei casi, le formulazioni per bocca possono prevedere un dosaggio che va da 200 mg, fino a 800 mg in caso di Herpes genitale, da assumere 5 volte al giorno (ad intervalli di circa 4 ore), per almeno 5 giorni (dose da dimezzarsi nei bambini al di sotto dei 2 anni). Per l’attenuazione della varicella zoster, la posologia abituale è invece di 800 mg (o 10 ml di sospensione orale), 5 volte al giorno per 7 giorni per quanto riguarda gli adulti, mentre nei bambini il dosaggio viene definito dal medico in base a peso ed età. Le formulazioni in crema, indicate per infezioni da Herpes labiale e genitale primarie o ricorrenti, vanno infine applicate 5 volte al giorno, per un periodo di 5-10 giorni.

Per quanto riguarda invece gli effetti collaterali associati a terapie con Aciclovir, le formulazioni per bocca possono associarsi a sintomi quali nausea, vomito, dolori addominali, stanchezza, mal di testa, eruzioni cutanee e prurito, mentre le formulazioni in crema possono causare sensazioni di prurito o pizzicore nel punto d’applicazione. Più raramente si sono riscontrati tremori, convulsioni, episodi psicotici e parestesie.

In riferimento a donne in stato di gravidanza, si consiglia infine di ricorrere ad Aciclovir solo dopo aver consultato il medico ed esclusivamente nel caso in cui i potenziali benefici superino la possibilità di rischi non noti. Si consiglia inoltre cautela durante l’allattamento al seno.