Abbronzarsi senza scottature potrebbe essere molto più semplice in futuro. Soprattutto perché pare che dagli Stati Uniti stia per arrivare una soluzione farmacologica che dovrebbe proprio aiutare ad abbronzarsi senza scottature e fastidiosi eritemi solari. Una soluzione farmacologica che dovrebbe, tra le altre cose, svolgere anche l’importantissima funzione di aiutare a prevenire le malattie che colpiscono la pelle e che possono degenerare anche nel pericoloso melanoma (il tumore della pelle).

Tale prodotto farmacologico sarebbe attualmente ancora in fase di sperimentazione presso il Massachusetts Generale Hospital. La sua funzione principale consisterebbe nella stimolazione della melanina e nella preservazione della cute dai raggi ultravioletti del sole.  Oltre a tutto ciò, la soluzione a cui si sta lavorando garantirebbe anche un potente effetto abbronzante.

Se questo prodotto dovesse concretizzarsi nella realtà, potrebbe rappresentare una grande rivoluzione nel campo degli abbronzanti. Al contrario delle attuali creme solari o degli attuali creme abbronzanti, questa soluzione farmacologica permetterebbe di stimolare la melanina in assenza di raggi ultravioletti. Si tratterebbe di un grande passo avanti anche nella lotta ai tumori della pelle (ma non solo) poiché tra le cause di questi ultimi vi sarebbero anche le conseguenze dell’esposizione ai raggi ultravioletti e le scottature.

Abbronzarsi senza scottature e proteggere la pelle potrebbe davvero essere più facile ed efficace grazie a questa soluzione anche perché il prodotto andrebbe abbinato alle classiche creme che già si utilizzano. Non ci resterà che attenderne i futuri sviluppi.