A quanti anni avrai un figlio? Se ti sei fatto domande di questo tipo in passato, oggi potresti avere delle risposte molto più concrete di semplici ipotesi perché pare che in dodici specifiche regioni del Dna siano presenti dei geni che influenzerebbero molto tale aspetto. In particolare l’età del primo figlio e il numero di figli che si avranno, almeno stando a quanto affermato da una ricerca condotta presso l’Università di Oxford.

Tali aree del Dna, se analizzate, sarebbero in grado di fornire informazioni capaci di stilare previsioni piuttosto accurate in merito all’età in cui potresti avere il primo figlio ed eventuali figli successivi. Scegliere se e quando avere un figlio non sarebbe, dunque, sempre e soltanto questione che dipende da altri fattori (economici e sociali, in particolare) ma anche opzione fortemente influenzata dal Dna. E in questo senso sarebbe una novità non di poco conto.

Per giungere alla conclusione che dietro il comportamento riproduttivo possa esserci un’influenza da parte del Dna, i ricercatori hanno studiato i profili di 28mila uomini e donne per l’età in cui hanno avuto il primo figlio e 330mila uomini e donne in merito al numero di figli generati nel corso della propria vita. Da qui avrebbero intuito quali siano le aree del Dna in grado di andare ad influenzare il comportamento riproduttivo.

Qualche esempio su come funzioni tutto questo? Secondo i ricercatori alcune varianti del Dna, nelle donne, porterebbero a rimandare la ricerca del primo figlio e le stesse influirebbero anche con l’arrivo piuttosto tardivo sia del menarca (la prima mestruazione) sia della menopausa.

Il terreno sondato dai ricercatori è tutto da esplorare. Alcune aree che potrebbero influire su altri aspetti sono ancora da studiare e potrebbero essere molto utili per trovare soluzioni efficaci al problema dell’infertilità, ad esempio.