Qualche tempo fa, in una delle rare giornate di sole che graziano Londra in estate, mi sono avventurata con un’amica in una lunga passeggiata nel verde proprio nel cuore della metropoli più popolosa d’Europa. Complice un’italianissima pasta al pesto da digerire, abbiamo imboccato i canali all’altezza di Queen’s Park e abbiamo passeggiato fino a Camden Town (circa 10 chilometri a piedi) godendo di un paesaggio bucolico e di una quiete che sembrano inimmaginabili per chi non conosce la realtà dei canali londinesi. Ed è così che si scoprono angoli bellissimi della città, fuori dalle rotte turistiche comuni, e realtà alternative di persone che hanno scelto di vivere nella natura pur essendo proprio nel cuore di Londra. Come?

Il paesaggio comincia a cambiare quando ci si addentra sui piccoli marciapiedi di Little Venice, dove una comunità “hippie” vive in pianta stabile sulle proprie barche. Più ci si addentra per i canali, in particolar modo sul Regent’s Canal, e più si scoprono angoli meravigliosi, creati con tanta fantasia e creatività con materiali di riciclo dagli abitanti delle barche: vasi di fiori, piccole verande, amache e teli rendono i grigi alvei dei canali che separano quel piccolo mondo incantato dai grattacieli e dai palazzi. E scendere laggiù e passeggiare in mezzo ai fiori e al verde disordinato è come entrare nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie…

Se continuate in direzione di Camden, poi, vi troverete prima a poter godere della vista di fantastiche ville dall’aspetto palladiano che hanno la fortuna di confinare con i propri giardini proprio sulle rive del canale, e vi troverete infine ad attraversare il Regent’s Park  e di godervi il London Zoo da una prospettiva inedita. Passerete proprio accanto alle grandi voliere dello zoo ed alla sezione dedicata alle scimmie, e potete facilmente scorgere gli animali attorno a voi. Questa è la parte più verde e bucolica del canale… vi sembrerà di passeggiare in un lungo tunnel verde, circondati dagli alberi che caricano di un bel verde smeraldo l’acqua del canale, passando sooto ponti dall’aspetto di fiaba e scorgendo qui e là qualche elemento curioso, come qualche coreografico ristorante cinese o dei castelli medievali che si affacciano sull’acqua. Prima che possiate sentire la stanchezza, vi ritroverete immersi nel caos di High Camden Street e dei suoi mercati.

Bentornati nella metropoli!