Lo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta erbacea perenne  appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae ed originaria dell’Estremo Oriente. Molto apprezzato in cucina, lo zenzero possiede numerose proprietà benefiche, costituendo un efficace rimedio naturale per  disturbi quali mal di mare, nausea, cattiva digestione, raffreddore, alitosi ed eruzioni cutanee.

Ecco dunque come utilizzarlo per trarne beneficio:

  1. Digestione: Per facilitare la digestione ed evitare fastidiosi gonfiori è consigliabile mangiare un pezzettino di zenzero a fine pasto. Questo stimolerà i movimenti di stomaco e intestino dando immediato beneficio. In alternativa, è possibile preparare un decotto facendo sobbollire la radice di zenzero per qualche minuto (è sufficiente una fettina di circa 3 cm di lunghezza per 250 ml d’acqua). Filtrare quindi il tutto e assumere dopo i pasti.
  2. Nausea e mal di mare: masticare la radice di zenzero è un rimedio molto efficace per combattere mal di mare, mal d’auto e nausea mattutina.
  3. Vomito: lo zenzero è un eccellente carminativo e spasmolitico intestinale, dando sollievo in caso di meteorismo e crampi addominali. Sarà sufficiente grattugiare la radice e ricavarne un infuso da lasciar riposare qualche minuto prima dell’assunzione.
  4. Alitosi: per rimediare a questo imbarazzante disturbo è possibile sorseggiare acqua calda bollita per 10 minuti con zenzero fresco; così facendo si favorisce la digestione contrastando al contempo l’accumulo di tossine e la fermentazione batterica.  Altrettanto efficace si rivela masticarne la radice.
  5. Mal di gola e raffreddore: tisane e docotti allo zenzero favoriscono lo scioglimento del catarro aiutando a combattere tosse, mal di gola e raffreddore. A tal scopo è possibile lasciare in infusione 5 g di radice grattugiata in 500 ml di acqua naturale per 5-10 minuti; se lo gradite, è possibile aggiungervi un cucchiaino di miele.
  6. Dimagrimento: lo zenzero ha la proprietà di stimolare il metabolismo grazie alle proprietà termogeniche. E’ possibile assumerlo in aggiunta a verdure saltate in padella, insieme ad un cucchiaio d’olio come condimento per le insalate o grattugiato in un bicchiere di rinfrescante limonata.
  7. Depurare l’organismo: lo zenzero stimola la diuresi, favorendo l’eliminazione delle tossine. Ottimale in aggiunta a centrifughe e frullati.
  8. Antinfiammatorio: grazie alle sue proprietà analgesiche e antinevralgiche, lo zenzero agisce positivamente in caso di artrite e dolori muscolari, riducendo al contempo dolore e gonfiori. Anche in questo caso è possibile assumerlo tramite decotto, o grattugiarlo sui cibi.
  9. Dolore: le compresse di zenzero fresco sono molto utili in caso di strappi, distorsioni e cadute. Le proprietà decongestionanti, astringenti e coagulanti favoriscono infatti l’assorbimento del trauma, contrastando l’insorgenza di gonfiori.
  10. Eruzioni cutanee: le proprietà antisettiche  e lenitive  fanno sì che gli impacchi con zenzero risultino di grande beneficio in caso di piccole ustioni, ferite ed eruzioni cutanee.

Come sempre, il consiglio è quello di non eccedere nelle quantità: superando le dosi consigliate (circa 15/20 grammi di rizoma fresco o 3/4 gr di radice secca o polvere) il consumo di zenzero può infatti portare all’insorgenza di reazioni allergiche e/o disturbi intestinali dovuti ad eccessiva secrezione gastrica. Da assumere inoltre con estrema cautela se si è in cura con anticoagulanti.